domenica, 19 gennaio 2020 - ore 19:33
Scarica l'App il13
Ci trovi sul telecomando:
Numero 13
Friuli Venezia Giulia e Veneto Orientale
19:00 - 23:00
Numero 605
Triveneto
24/24 H
Numero 13
Friuli Venezia Giulia e Veneto Orientale
Orari 19:00 - 23:00
Numero 605
Triveneto
24/24 H
Home / Economia / Manovra: sindacati pensionati Fvg, mancano risposte

Manovra: sindacati pensionati Fvg, mancano risposte

Al via mobilitazione con presidi davanti Prefetture

Manovra: sindacati pensionati Fvg, mancano risposte
La finanziaria nazionale, che "sembra rimandare al 2020 le risposte alle tante rivendicazioni avanzate dai pensionati", la manovra di bilancio regionale e la riforma della sanità approvata dal Consiglio Fvq: sono i temi al centro della mobilitazione dei sindacati pensionati Spi-Cgil, Fnp-Cisl e Uilp-Uil in Fvg.
Per chiedere di "tornare a un sistema più equo di rivalutazione delle pensioni" le sigle - si legge in una nota - hanno indetto tre giornate di mobilitazione con presidi davanti alle prefetture a Trieste (il 9 dicembre alle 10.30) e Pordenone (alle 11), Udine (il 10 alle 10) e Gorizia (il 13 alle 9.30).
In regione - ricordano i sindacati - 117mila pensionati non superano i mille euro lordi mensili e 186 mila, su un totale di 354mila, si collocano sotto i 1.500 euro lordi. Da qui la richiesta di "innalzare da 1.000 a 1.500 euro il tetto della quattordicesima, rafforzare le minime, ridurre la pressione fiscale". "Tutto questo - precisano - senza dimenticare l'esigenza di una riforma organica della Fornero".
Per quanto riguarda la riforma sanitaria regionale, i sindacati, che aderiranno al presidio promosso per martedì dai sindacati della sanità pubblica davanti al Consiglio Fvg, "sollecitano un incontro con l'assessore e un'audizione dei sindacati davanti alla terza Commissione, per far chiarezza sui contenuti della legge e sull'estensione delle deleghe in mano alla Giunta".
0 Commenti

Sport

Economia

Costume e società

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori