mercoledì, 15 luglio 2020 - ore 11:15
Scarica l'App il13
Ci trovi sul telecomando:
Numero 13
Friuli Venezia Giulia e Veneto Orientale
19:00 - 23:00
Numero 605
Triveneto
24/24 H
Numero 13
Friuli Venezia Giulia e Veneto Orientale
Orari 19:00 - 23:00
Numero 605
Triveneto
24/24 H
Home / Eventi / SAN VITO AL TAGLIAMENTO : I PRINCIPALI EVENTI CULTURALI

SAN VITO AL TAGLIAMENTO : I PRINCIPALI EVENTI CULTURALI

SAN VITO AL TAGLIAMENTO : I PRINCIPALI EVENTI CULTURALI

 

INIZIATIVE DAL 21 AL 26 FEBBRAIO 2020

RICORDO DI ANGELO GALANTE “CILITI”

Venerdì 21 febbraio alle ore 17.30 nel Teatro Sociale “G.G. Arrigoni” sarà ricordato Angelo Galante “Ciliti” a cent’anni dalla nascita.

Nato il 21 febbraio 1920 a Ligugnana, Galante dopo la sua adesione al PCI ricopre i ruoli di segretario della sezione di Ligugnana, dirigente della federazione di Pordenone, dirigente sindacale prima della Camera del lavoro di San Vito e poi di Pordenone, consigliere comunale di San Vito dal 1951 al 1962. Nel 1948 è protagonista delle lotte per l’applicazione del lodo De Gasperi ai mezzadri del sanvitese. Partecipa all’organizzazione delle manifestazioni contro l’attentato a Togliatti, subendo 45 giorni di carcere.

Muore il 17 febbraio 1962, tre mese più tardi l’editore Garzanti pubblica Il sogno di una cosa, il romanzo di Pier Paolo Pasolini che lo ha reso immortale nella figura di Leon.

Programma dell’iniziativa, organizzata dall’ARCI CRAL “Angelo Galante Ciliti”, Comune di San Vito al Tagliamento, ANPI San Vito al Tagliamento “Elio Gregoris Learco”, CGIL, COOP Alleanza 3.0:

17.30 saluto del Sindaco del Comune di san Vito al Tagliamento, Antonio Di Bisceglie;

intervento di Giuseppe Mariuz, A servizio della causa. Angelo Galante tra Partito e Sindacato;

Saluti:

Dino Candusso “Athos”, ANPI San Vito al Tagliamento;

Flavio Vallan, CGIL, Segretario generale Camera del lavoro di Pordenone;

Gloria Favret, Coop Alleanza 3.0, Presidente Consiglio dei soci di zona;

Alessandro Galante, Presidente ARCI CRAL di Ligugnana.

INIZIATIVE DELLA BIBLIOTECA RAGAZZI

 Sabato 22 febbraio, alle ore 10.30 in Biblioteca Ragazzi (via Pomponio Amalteo n. 41, cortile a fianco della Biblioteca civica) si terrà l’incontro, rivolto ai bambini da 3 ai 6 anni, Cento storie più una, letture di Carnevale realizzate in collaborazione con i lettori volontari di Nati per Leggere del gruppo “A viva voce – Polaris”.

Giovedì 27 febbraio, alle ore 17.00 in Biblioteca Ragazzi (via Pomponio Amalteo n. 41, cortile a fianco della Biblioteca civica) si terrà l’incontro, rivolto ai bambini da 0 a 3 anni, Storie piccine picciò, letture di storie divertenti realizzate in collaborazione con i lettori volontari di Nati per Leggere del gruppo “A viva voce – Polaris”.

Per informazioni: tel. 0434.80405.

 APERTURA MOSTRA

 Sabato 22 febbraio alle ore 10.30 nel Cavedio del Palazzo Municipale verrà aperta la mostra Lo stesso paese, un paese diverso. San Vito di Notte a cura della SOMSI.

 LO STESSO PAESE, UN PAESE DIVERSO. SAN VITO DI NOTTE

Cavedio del Palazzo Municipale

22 febbraio – 15 marzo 2020

La mostra sarà aperta negli orari degli uffici comunali

 

INIZIATIVE DI CARNEVALE

 Domenica 23 febbraio

ore 14.00 – partenza corteo mascherato da via Zuccherificio, per via Sbrojavacca, via Falcon Vial, via Stazione, via Patriarcato, via Fabrici, via Bellunello fino all’ingresso del corteo in piazza del Popolo.

Dalle 14.00 in piazza del Popolo

Aspettando i carri…

Balli, musica e animazione con dj e in collaborazione con “Maravee Animazione”.

Inoltre saranno presenti stand con i dolci di carnevale e il chiosco della Pro San Vito.

Dalle ore 15.30

Ingresso dei gruppi mascherati e dei carri allegorici ed inizio della “Grande festa di Carnevale” con animazione per bambini e adulti a cura di “Maravee Animazione”.

Alle ore 16.30 in piazza del Popolo

Premiazione miglior maschera

Sul palco verrà premiata la maschera di carnevale più bella, potranno partecipare tutti coloro che hanno compiuto 16 anni, iscrivendosi dalle 13.00 alle 15.00 al banchetto della Pro San Vito allestito in piazza.

In caso di maltempo la manifestazione sarà annullata.

 Martedì 25 febbraio

Dalle ore 14.30 alle ore 16.30 in piazza del Popolo

Animazione per bambini con “Maravee Animazione”.

 

 SIPARIETTO D’AUTUNNO

 Domenica 23 febbraio, alle ore 16.30 in Auditorium – Centro civico ultimo appuntamento con la stagione di “Siparietto d’autunno – 6° Festival internazionale di teatro per l’infanzia” a cura dell’associazione “Teatro Estragone”.

La compagnia Melodycendo di Udine porta in scena lo spettacolo La principessa in fondo al mare di Nicola Fraccalaglio, che ne ha curato anche la regia.

Una giovane sirenetta, principessa del regno dei mari, s’innamora di un principe. Riuscirà a conquistarlo oppure dovrà accettare le leggi del regno di cui sarà presto regina?

 

 INIZIATIVE DELLA BIBLIOTECA CIVICA

 Martedì 25 febbraio alle ore 18.30 nella Biblioteca civica sarà presentato il libro M.-Stammlager III-D: Spandau-Berlin di Pierantonio Mecchia (Robin Edizioni, 2020).

Dialogherà con l’autore Angelo Floramo, letture di Lorena Giordani.

Cedendo alle reiterate e pressanti richieste del figlio, il vecchio padre, classe 1916, racconta la propria lunga e intensa vita. La storia copre l’arco di tempo che va dal 1915 (inizio della Grande Guerra) all’ottobre del 1945 (fine della Seconda guerra mondiale), partendo dall’emigrazione della sua famiglia, boscaioli e falegnami, da Preone, paesino della Carnia, a Saracena, in Calabria, alle pendici della Sila. Qui il padre era giunto con moglie, sei figli e un fratello, per lavorare presso la segheria della “Rueping”, ditta tedesca che nel 1910 aveva ottenuto il diritto allo sfruttamento boschivo del territorio. Trascorsa l’infanzia serenamente fra lo scorrazzare nei boschi e i giochi con i fratelli, la sua vita prosegue con la dura esperienza di adolescente boscaiolo nell’immediato primo dopoguerra; il disagio e la fame della grande depressione degli anni trenta; il ritorno al paese d’origine della famiglia anche a causa della mancanza di lavoro; l’arruolamento volontario in Cavalleria per sfuggire a un lavoro non amato e saltuario, ma anche per il desiderio di evadere dal piccolo mondo familiare; l’inizio delle ostilità della Seconda guerra mondiale e le campagne militari di Jugoslavia e Grecia con ricordi drammatici e, a volte, dolci; il trauma dell’armistizio e l’internamento in Germania, dopo un lungo viaggio in carro bestiame, dapprima a Luckenwalde (M.-Stammlager III-A), a sud di Berlino, quindi a Spandau (M.-Stammlager III-D), a nord di Berlino; la tragica e disumanizzante vita del campo sopportata grazie ad un’unica incrollabile volontà: sopravvivere per far ritorno a casa dai propri cari.

 

 INCONTRO

 La Farmacia comunale ha organizzato l’incontro Buon appetito in sicurezza. Come preparare i cibi per evitare soffocamento che si terrà mercoledì 26 febbraio, ore 17.30, nell’Asilo nido “Arcobaleno”. Interverranno Marta Molin e Adelina Zanella.

Prenotazioni al numero 333.6131504.

 

 RASSEGNA DI PROSA

 Mercoledì 26 febbraio, alle ore 20.45 nell’Antico Teatro Sociale “G.G. Arrigoni” appuntamento con la stagione di prosaSanVito Teatro, organizzata in collaborazione con l’Ente Regionale Teatrale del Friuli Venezia Giulia.“

Andrà in scena Cercivento dal testo di Carlo Tolazzi, uno spettacolo di Riccardo Maranzana e Massimo Somaglino con Alessandro Maione e Filippo Quezel.

Due alpini della Grande Guerra incriminati sotto la disonorevole accusa di insubordinazione agli ordini, sospesi nell’attesa del proprio destino che di lì ad un’ora sarà di morte. E un intrecciarsi di sentimenti – rabbia, paura, ricordi, umiliazione, disperazione, speranza – in un’altalena di umana pietà. Lo spunto riprende liberamente la storica condanna che, a seguito di un processo della Corte Marziale, portò a decine di anni di reclusione molti alpini del 109° Battaglione Monte Arvenis e, per quattro di essi, all’esemplarità dell’esecuzione capitale per fucilazione il 1° luglio 1916, dietro il cimitero di Cercivento. Rei tutti di ‘rivolta in presenza del nemico’ quando invece il rifiuto a conquistare la cima est della Creta di Collinetta era motivato soltanto dalla lucida consapevolezza che quello sarebbe stato un inutile suicidio e che altre vie – ben note a quei militari esperti di monti – avrebbero potuto essere tentate.

Per informazioni: Punto IAT tel. 0434.80251.

Inoltre si potrà visitare:

 VERSO IL NUOVO MUSEO

ORARI DI APERTURA E VISITE:

SABATO E DOMENICA 10.30-12.30 / 15.00-18.00

Castello (ingresso da via Marconi)

 

Visita guidata degli ambienti del castello e delle sale con le sezioni dal XIV al XVI secolo facenti parte della nuova sede del Museo civico “Federico De Rocco”.

 

 

100 MARCHI – BERLINO 2019

Chiesa di San Lorenzo

18 gennaio – 22 marzo 2020

Sabato, domenica 10.30 - 12.30 / 15.30 - 19.00

 

LO STUPORE DI GABRIELE

Antico Ospedale dei Battuti

15 febbraio – 15 marzo 2020

Sabato, domenica 10.30 - 12.30 / 15.30 - 19.00

 

LO STESSO PAESE, UN PAESE DIVERSO. SAN VITO DI NOTTE

Cavedio del Palazzo Municipale

22 febbraio – 15 marzo 2020

La mostra sarà aperta negli orari degli uffici comunali

0 Commenti

Sport

Economia

Costume e società

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori