https://www.iltredici.it/amp/index.html
lunedì, 26 febbraio 2024 - ore 09:54
Scarica l'App il13
Ci trovi sul telecomando:
Numero 13
Friuli Venezia Giulia e Veneto Orientale
24/24 H
Numero 88
Triveneto
24/24 H
Numero 13
Friuli Venezia Giulia e Veneto Orientale
24/24 H
Numero 88
Triveneto
24/24 H
Home / Economia / Confcommercio: terziario; in Fvg trainante,ma -1.370 imprese

Confcommercio: terziario; in Fvg trainante,ma -1.370 imprese

Dati Osservatorio congiunturale 4/o trimestre 2019

Confcommercio: terziario; in Fvg trainante,ma -1.370 imprese
 Il terziario del Friuli Venezia Giulia si conferma settore trainante per l'economia del territorio, con 24 miliardi di valore aggiunto, ma nel 2019 ha registrato un saldo negativo di imprese esistenti pari a 1.370 unità. "Un dato - ha affermato oggi a Udine il presidente regionale di Confcommercio Giovanni Da Pozzo - influenzato dalle performance del commercio, la cui emorragia di imprese non si arresta, con un calo dell'11% degli operatori nell'ultimo decennio, mentre continua a crescere il turismo, che si conferma strategico per la crescita della regione". Il quadro di chiusura dell'anno è stato tracciato oggi da Confcommercio Fvg in occasione della presentazione dei dati del quarto trimestre 2019 dell'Osservatorio congiunturale Confcommercio Fvg-Format Research, alla quale è intervenuto anche l'assessore regionale alle Attività produttive, Sergio Emidio Bini, e che ha visto il direttore scientifico di Format Research Pierluigi Ascani illustrare un'indagine che ha avuto tra i propri focus anche l'economia montana e la reazione delle categorie alla novità dello scontrino elettronico. In regione il terziario (commercio, turismo, servizi) costituisce il 56% dell'intero tessuto imprenditoriale e rappresenta il 72% del valore aggiunto del Fvg (circa 24 mld), confermandosi trainante anche dal punto di vista degli occupati, con un aumento di 12.000 lavoratori negli ultimi 10 anni. Resta critica, tuttavia, la situazione del commercio, che ha perso 5.000 posti di lavoro, lo stesso numero che ha guadagnato il turismo.
Dall'indagine, inoltre, risulta che la situazione "appare più preoccupante nelle aree montane", che dal 2010 al 2019 hanno visto una riduzione del numero delle imprese più forte, pari al -3%, contro il -1% della pianura e delle città, e sono proprio le imprese del commercio quelle che hanno fatto segnare il calo più significativo (-14%). In montagna solo il 63% delle imprese ha un sito web aziendale (77% nelle altre aree) e la quota di coloro che svolgono attività di e.commerce è la metà rispetto alla media regionale (9% contro 18%). Stabile la fiducia delle imprese del terziario del Fvg circa l'andamento dell'economia italiana nell'ultima parte del 2019, e anche per quanto riguarda la previsione al 31 marzo 2020, così come restano stabili i ricavi nell'ultima parte del 2019 e sostanzialmente invariati anche in previsione per i primi mesi del 2020. Il 56% degli esercenti in regione ha acquistato un nuovo registratore telematico in ottemperanza della recente normativa in materia di trasmissione dei corrispettivi, anche se il 55% teme che l'obbligo possa avere un impatto negativo sulla propria attività.
0 Commenti
Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori