https://www.iltredici.it/amp/index.html
giovedì, 30 maggio 2024 - ore 20:48
Scarica l'App il13
Ci trovi sul telecomando:
Numero 13
Friuli Venezia Giulia e Veneto Orientale
24/24 H
Numero 88
Triveneto
24/24 H
Numero 13
Friuli Venezia Giulia e Veneto Orientale
24/24 H
Numero 88
Triveneto
24/24 H
Home / Eventi / NATALE A PORDENONE IL 31 DICEMBRE ULTIMO GIORNO DEL 2019

NATALE A PORDENONE IL 31 DICEMBRE ULTIMO GIORNO DEL 2019

NATALE A PORDENONE IL 31 DICEMBRE ULTIMO GIORNO DEL 2019

Tra le iniziative l'anticipazione del mercato

Grande festa in musica, al Teatro Verdi di Pordenone, per il commiato 2019 e il saluto beneaugurante al nuovo anno in arrivo: a siglare la 40^ edizione del Concerto di Fine Anno promosso dal Centro Iniziative Culturali, nell’ambito del Natale a Pordenone, sarà una compagine Orchestrale fra le più blasonate d’Europa, la Sofia Sinfonietta, diretta dal M.° Svilen Simeonov, con la partecipazione del violinista solista Pavel Berman, artista acclamato in tutto il mondo, pluripremiato per il suo virtuosismo e le interpretazioni intense e carismatiche, figlio del leggendario pianista Lazar Berman. Appuntamento martedì 31 dicembre, alle 16 al Teatro Verdi: il sipario si alzerà sui 50 strumentisti della compagine bulgara, impegnati in un programma d’eccezione, chiamato anche ad aprire il 2020 Beethoveniano, quando tutto il mondo festeggerà i 250 anni dalla nascita del grande compositore tedesco. Il concerto si aprirà infatti con il Concerto in Re maggiore op. 61 per violino e orchestra di Ludwig van Beethoven, e proseguirà con pagine di Johann Strauss Sohn (Ouverture da “Die Fledermaus”), Josef Strauss (Plappermaulchen op.245, Polka schnell), Johann Strauss Sohn (Champagner-Polka op. 211, Polka dello Champagne) per suggellare il concerto sulle note di Jacques Offenbach e della sua Ouverture da “Orphée aux Enfers”.
Con la 40^ edizione del Concerto di Fine Anno, proposto a Pordenone ininterrottamente, il Centro Iniziative Culturali si conferma – anche per altri eventi annuali di musica, arte e cultura – il più longevo e qualificato operatore culturale del Friuli Occidentale. Ancora una volta, per il pubblico di Pordenone, l’anno si chiude con una scelta musicale di grande classe e con un programma originale e accattivante. Come si conviene per una celebrazione di fine anno. «L’idea dell’iniziativa partiva con Isidoro Martin e Luciano Padovese, allora direttore del CICP – spiega la presidente Francesca Vassallo – e molti nomi si sono poi avvicendati, da Don Gianni Lavaroni al M° Paolo Pellarin, sino ai Maestri Franco Calabretto ed Eddi De Nadai che oggi curano le attività musicali del Centro, sempre di caratura internazionale. Un apporto alla cultura del territorio di cui ci sentiamo orgogliosi, così come per le condizioni di accesso, facilitate alle persone meno favorite per età, condizioni fisiche, situazioni economiche, nel segno di una idea più democratica di cultura». Si può prenotare il posto nella biglietteria del Teatro Comunale Giuseppe Verdi: dalle 16 alle 19, Il 31 dicembre la biglietteria sarà aperta dalle 15.00, tel. 0434 247624 Info Centro Iniziative Culturali Pordenone tel. 0434.553205 www.centroculturapordenone.it
La Sofia Sinfonietta ha sviluppato con successo le tradizioni dell’Orchestra da Camera fondata nel ’72 in Bulgaria, attualmente si esibisce in compagini da 40 ad oltre 60 elementi. La mission dell’Orchestra è fra le più eclettiche, spazia infatti da cicli di concerti popolari all’esecuzione in anteprima di compositori contemporanea internazionali, alle interpretazioni di colonne sonore cinematografiche e teatrali, sino a progetti interattivi legati all’improvvisazione che attingono dalla musica elettronica, jazz e folk. L’orchestra si esibisce stabilmente in Europa, Asia e America, realizzando registrazioni per programmi radiofonici e televisivi ed etichette discografiche. È detentrice del Crystal Lyre 2001, una straordinaria edizione del premio annuale dell’Unione dei musicisti e dei ballerini bulgari, e della Golden Lyre 2007 per i grandi successi nell’arte performativa e nella musica.
Il violinista russo Pavel Berman, applaudito dalle platee di tutto il mondo, ha conquistato il Primo Premio e la Medaglia d’Oro al Concorso Violinistico Internazionale di Indianapolis nel 1990 oltre al Premio Speciale per la migliore interpretazione dei Capricci di Paganini e della Sonata di Ysaye, che gli ha permesso di esordire a livello discografico con la Koch International. A soli 17 anni aveva già vinto il Secondo Premio al Concorso Violinistico Internazionale “Paganini” di Genova (1987). La sua maturità artistica è legata al lavoro musicale con il padre, il leggendario pianista Lazar Berman. Ha tenuto concerti nelle più prestigiose sale del mondo, collaborando con le orchestre internazionali più importanti
Svilen Simeonov collabora come direttore e violino solista anche con la nuova Kaunas Symphony Orchestra e dirige orchestre quali la Lithuanian, la St. Georges Strings Orchestra e i Virtuosi di Mosca. È stato insignito del premio Musician of the Year con l’orchestra Sofia Amadeus (1999), della Bulgarian National Radio, ha ricevuto il Crystal Lyre Award (2001) con l’Orchestra Collegium Musicum-Bankja e il Golden Lyre Award con l’orchestra Sofia Sinfonietta (2007) per l’alta risultati artistici nelle arti dello spettacolo. E’ direttore principale della Sofia Sinfonietta ed è direttore ospite dell’Operetta Stage di Vienna, del Teatro Lirico d’Europa e dell’Orchestra del Festival Strauss. Si è esibito nelle maggiori sale da concerto del mondo.
Cresce l’attesa per il Capodance, un Capodanno tutto da ballare e da vivere nell’incanto dello spettacolo di videomapping proiettato sui palazzi, in piazza XX Settembre, organizzato da Comune di Pordenone con Complotto Adriatico e Casette di Natale Pordenone. Sul palco si alterneranno dalle 21.30 Dj Ringo e Giuliano Palma. Lo scoccare dell’anno nuovo sarà accompagnato, dalle spettacolari e coinvolgenti animazioni in 3D proiettate sulle facciate dei palazzi, realizzate dall’azienda pordenonese TCrea. Dopo il debutto e il successo dello scorso anno, la formula si rinnova, alzando la posta, con un progetto ancora più spettacolare. Dal punto di vista narrativo, sarà un vero e proprio viaggio nel tempo con i festeggiamenti del capodanno dagli Anni Venti a oggi. A caratterizzare ogni epoca presa in esame, costumi e ambientazioni d’epoca e una colonna sonora a tema. Dal punto di vista dello show, sarà ancora più d’impatto con l’utilizzo di un maggiore numero di fari e raffinati effetti speciali, che lasceranno tutti a bocca aperta. Durante la serata saranno aperte e operative sia la pista di pattinaggio sul ghiaccio sia le Casette, che dispenseranno golose pietanze e stuzzichini di ogni tipo, vini deliziosi e birre di carattere. La festa è dunque assicurata.
La carriera di Giuliano Palma comincia nel 1987 coi Casino Royale, gruppo che viene scelto dagli U2 per l'apertura dei concerti in Italia del PopMart Tour. Un’alchimia particolare e il 1999 diviene l'anno di svolta la vita da solista con i Bluebeaters una band di musicisti provenienti da gruppi come Fratelli di Soledad, Africa Unite e Casino Royale, appassionati di rocksteady giamaicano e soul americano, che reinterpretano meravigliosi brani d'autore e sconosciuti al grande pubblico. Nel 2000 esce "The Album" che viene premiato con il disco d'oro. Gino Paoli chiama Palma per prendere parte a due cover Domani e Che cosa c'è. Nel 2001 esce un disco tratto dai concerti della band "Wonderful Live". Nel 2002 esce il suo primo vero album da solista GP Gran Premio con due singoli: Musica di musica e Viaggio solo. Disco curato, dal soul al funk, al rock, al reggae e al R&B. Nel 2005 esce Long Playing, il secondo album per i Giuliano Palma & the Bluebeaters, che ottiene un altro disco d'oro con 22 tracce. Nell'ottobre 2007 esce "Boogaloo": il disco contiene "Testarda Io" di Iva Zanicchi, "Pensiero D'amore" (di Mal) e il singolo "Tutta Mia La Città" (Equipe 84). Nel 2009 collabora con Nina Zilli nel suo singolo d'esordio 50mila. A novembre 2009 esce il nuovo album dei Bluebeaters: Combo, 4 inediti accompagnati da un'orchestra di 18 elementi ingaggiata a fiancheggiare Giuliano “the king” e la sua band nei live. Nel 2011 collabora con Caro Emerald al singolo Riviera Life. Nel 2012 durante il Festival di Sanremo duetta insieme con Nina Zilli al brano Per sempre. Nel luglio 2012 collabora con Club Dogo al singolo P.E.S. che diventa la hit dell'estate e guadagna il disco di platino digitale. Da gennaio 2013 è impegnato a Zelig Circus accompagnato da una formazione inedita, la Giuliano Palma Orchestra. Nel 2014 esce con un nuovo progetto "Old Boy", album di inediti che porta sul palco di Sanremo con il brano "Così Lontano", ne segue un tour con più di 50 date in tutta Italia. Nel 2016 esce il suo nuovo progetto artistico "groovin'" un album dove si celebrano brani internazionali e della musica italiana con l'inconfondibile stile di Giuliano Palma.
Dj Ringo, direttore artistico di Virgin Radio, è uno conduttore radiofonico e disc jockey di successo. Capelli biondi e sempre col sorriso, ha condotto e presentato vari programmi televisivi, ed è anche stato concorrente dell’Isola dei Famosi. La sua passione per la musica comincia sin da giovanissimo. Trasferitosi a Milano, diventa uno dei primi Deejay di Radio RockFM e da lì prende vita la sua carriera lavorativa. Lavora per RTL e Radio 105 fino ad approdare a Virgin Radio con un programma tutto suo, Revolver. È anche approdato nel mondo del cinema con diversi film, come Indovina chi viene a Natale? e Un Natale per due.

0 Commenti
Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori