https://www.iltredici.it/amp/index.html
mercoledì, 24 aprile 2024 - ore 01:10
Scarica l'App il13
Ci trovi sul telecomando:
Numero 13
Friuli Venezia Giulia e Veneto Orientale
24/24 H
Numero 88
Triveneto
24/24 H
Numero 13
Friuli Venezia Giulia e Veneto Orientale
24/24 H
Numero 88
Triveneto
24/24 H
Home / Politica / Reddito: Rosolen, in Fvg 5.658 a colloquio in centri impiego

Reddito: Rosolen, in Fvg 5.658 a colloquio in centri impiego

2.416 stipulato patto per lavoro, 1.615 esclusi da misura

Reddito: Rosolen, in Fvg 5.658 a colloquio in centri impiego

Sono 7.532 i cittadini del Fvg individuati come beneficiari del reddito di cittadinanza. Dei 7.144 convocati dai Centri per l'impiego, 5.658 si sono presentati a un colloquio. 2.416 hanno stipulato il patto per il lavoro, mentre 1.615 sono stati esclusi dalla misura, 735 esonerati, 277 sospesi. 642 sono invece decaduti. Sono i dati Anpal, riferiti al 31 gennaio, diffusi oggi dall'assessore Fvg al Lavoro, Alessia Rosolen, che ha risposto a un'interrogazione sulle ricadute occupazionali conseguenti al Reddito di cittadinanza in Fvg. "I centri per l'impiego - ha detto Rosolen - hanno già effettuato i primi colloqui per la presa in carico dei beneficiari e per individuare, nell'ambito del patto di lavoro, le politiche attive da porre in essere. Qualora il lavoratore sia immediatamente spendibile nel mercato del lavoro può essere incrociato con offerte di lavoro oppure convocato a iniziative per il reclutamento di personale o per l'attivazione di percorsi formativi, che il Servizio della Direzione lavoro mette in campo assieme alle aziende sul territorio regionale". Per quanto riguarda le "attività di rafforzamento delle competenze", "una prima iniziativa si è realizzata a novembre, in occasione della Fiera del lavoro Alig, a cui sono stati invitati i 251 percettori del reddito di cittadinanza in possesso del diploma di laurea. Attualmente le ricadute di tale misura in termini occupazionali non sono ancora valutabili in considerazione del fatto che - ha spiegato l'assessore - in accordo con Anpal e con le altre Regioni, è stata attivata una determinata procedura in termini di tempistiche e attività. Pertanto in questa prima fase di presa in carico dei percettori, avviata a settembre in corrispondenza con l'arrivo dei navigator, le attività svolte sono i colloqui, la verifica dell'esistenza di cause di esonero dagli obblighi imposti dalla normativa e di stipula del patto di lavoro".

0 Commenti
Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori